IL punto Notizie
È arrivata anche quest’anno l’epifania, il giorno che sancisce ufficialmente la fine delle feste natalizie. La tradizione vuole che la “Befana”, una simpatica vecchietta, porti una calza piena di dolci a ogni bambino e chi non si è comportato bene troverà nella calza il carbone.
L’Epifania non si festeggia solo in Italia, ma anche in alcuni paesi nel mondo. Ecco come festeggiano alcuni paesi questa festività:
Spagna
I bambini spagnoli anziché aspettare la Befana aspettano i Re Magi che portino dei doni. Nell’attesa lasciano un bicchiere d’acqua fuori dalla porta per i cammelli assetati, con qualcosa da mangiare e una scarpa. Vengono anche organizzati dei cortei con i Re Magi che sfilano per le città.
Francia
La tradizione francese prevede che durante l’epifania si prepari una torta dove all’interno viene nascosta una fava. Chi trova la fava viene considerato il re o la regina del giorno.
Russia
Per i Russi, i quali sono di religione ortodossa, il 6 gennaio è Natale. Nella loro tradizione i regali vengono portati da Padre Gelo accompagnato da Babuschka, una simpatica vecchina.
Germania
Il giorno dell’epifania non è un giorno festivo in Germania, ma per tradizione i preti girano le case per chiedere donazioni e dire qualche preghiera.
Islanda
Il 6 gennaio per gli islandesi è il tredicesimo giorno, l’ultimo giorno delle vacanze natalizie. Si organizzano delle fiaccolate dove partecipano il re e la regina degli elfi. A metà strada si aggiunge anche il tredicesimo membro del corteo: Babbo Natale. La fiaccolata si conclude con un falò e i fuochi d’artificio.
Ungheria
Il giorno dell’Epifania i bambini ungheresi si vestono da Re Magi e girano per le case con un presepe e ricevono dei soldi.
Romania
Durante la giornata del 6 gennaio i bambini rumeni bussano alle porte delle case per raccontare delle storie ricevendo in cambio qualche offerta.